Halopedia
Advertisement

Gek, il braccio destro di Jul 'Mdama

Gek fu un'Elite che prese parte alla Seconda Battaglia di Requiem, ed era uno dei comandanti più importanti nella Fazione Storm.

Storia

Gek era il braccio destro di Jul 'Mdama, e conduceva i lavori per riattivare il portale della Bibliotecaria. I progressi presso il sito procedevano però più lentamente del previsto, finchè i suoi compagni non catturarono Glassman, che fu costretto a lavorare senza sosta. Quando questo fuggì, Gek fu incaricato da 'Mdama in persona di inseguirlo, e lui partì immediatamente dietro ai suoi compagni. Fuori dall'edificio, però, Gabriel Thorne riuscì a lanciare dentro al corridoio il giubbotto esplosivo di Glassman, poco prima che scoppiasse uccidendo tutti gli Elite nella zona. Gek si salvò dall'esplosione perché era rimasto indietro ma, vedendo tutti i suoi compagni morti, iniziò l'inseguimento. Quando arrivò nelle vicinanze dei due fuggiaschi, attivò la mimetizzazione e tentò di colpire Thorne con la sua Lama Energetica. Lo Spartan riuscì però ad individuarlo e a disarmarlo, iniziano un lungo scontro a mani nude. Alla fine, però, l'Elite riuscì a colpirlo al torace con un grande masso, e si preparò a finirlo. Fortunatamente arrivò il resto della Squadra Majestic, e De Marco riuscì ad ucciderlo sparandogli alla schiena. Gli Spartan, frugando tra gli oggetti che Gek portava addosso, trovarono molte piastrine di Spartan, che presumibilmente aveva ucciso. Raccolsero inoltre la Lama Energetica e la Mimetizzazione, e trovarono anche una strana mappa.

Varie

  • Nonostante fosse uno degli Elite più importanti, Gek indossava soltanto un'armatura da Elite Storm.
  • Sembra che fosse cieco dall'occhio sinistro.
Advertisement