FANDOM


Le Montagne Menachite sono un complesso montuoso su Reach, presso il fiume Longhorn e situate presso le calotte polari del pianeta. Sono state centro di diverse vicende chiave in durante la Guerra Umani-Covenant e negli anni precedenti, durante l'allenamento degli Spartan-II.

Storia

Le montagne erano in origine un grandissimo scavo, per l'estrazione di titanio. Dopo un numero di anni (probabilmente anche secoli) non precisato, il sito venne abbandonato e l'ONI colse l'occasione per fondare quella che sarà la base militare più importante del pianeta e probabilmente di tutte le colonie della Terra, la Base CASTLE. Nella base, la cui planimetria era custodita segretamente e nascondeva segreti agli stessi impiegati, vi erano le sedi di tutte le sezioni dell'ONI, compresa la Sezione Due e la Sezione Tre.

Oltre agli uffici di lavoro, tra cui l'ufficio della dottoressa Halsey nella base, vi erano luoghi che vennero destinati allo sviluppo di tecnologie e a test: in uno degli antri delle grotte gli Spartan-II vennero messi alla prova dopo i processi di miglioramento genetico del 2525, di fatto surclassando completamente dei soldati dotati di Mark II e di Munizioni MTA per gli armamenti.[1]

Nel 2552 le montagne vennero risparmiate, inizialmente, dall'attacco dei Covenant, che si concentrarono successivamente in uno scavo, con moltissimi mezzi quali Astronavi e Scarab minerari. Durante questo scavo, un gruppo di Spartan-II, con l'ordine di difendere la Dottoressa Halsey, procedette in una progressiva ritirata verso i bassifondi appena scoperti dalla dottoressa, grazie ad un furto di informazioni tramite i software contenuti dentro Kalmiya, una IA gemella di Cortana. Nel tentativo di proteggere dati preziosi, vennero recuperati equipaggiamenti di altissima tecnologia, tra cui armamenti per gli Spartan-II e anche potenziamenti per la Mark V. La base venne fatta detonare, rallentando il processo di scavo dei covenant.

Dopo diversi giorni, i covenant riuscirono ad entrare nelle cavità, costruite dai Precursori moltissimi millenni prima. Alcuni artefatti erano ancora situati li, su Reach, tra cui il Cristallo Luminoso che la dottoressa si occupò di custodire per il tempo a seguire. I covenant impiegarono forze massive per inseguire gli spartan e la dottoressa, ma vennero colti da una sortita compiuta da Master Chief e da altri membri dell'UNSC. Il gruppo riuscì in una fuga disperata attraverso un foro scavato da un proiettore di precisione di un astronave Covenant.[2]

Le montagne possono essere considerate disintegrate, in quanto la vetrificazione della roccia e l'esplosione della base ne hanno certamente alterato la forma, tuttavia lo stato attuale del complesso non è confermato.

Fonti

  1. Halo: La caduta di Reach
  2. Halo: Il primo attacco
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.